Gabriella Greison

Quarantenne milanese di nascita e romana di adozione, quartiere San Lorenzo. Fisica, scrittrice e giornalista italiana. Ha sempre saputo che la fisica avrebbe risposto a tutte le sue domande, più dei maestri o dei genitori. Si laurea in fisica nucleare e lavora per due anni all'Ecole Polytecnhique di Parigi. I suoi ultimi romanzi raccontano il lato umano dei fisici del XX secolo. Da qualche tempo calca i palcoscenici di tutta Italia, portando in scena il suo “1927 monologo quantistico”, spettacolo teatrale che racconta il nascere della fisica quantistica.

«Crescere è la parola più importante per uno scienziato. Velocizzare è una parola che i matematici e i fisici conoscono bene, avendo molto a cuore il tempo e il suo utilizzo. Semplificare, invece, significa rendere più semplici i concetti, le teorie, le trovate che portano alle soluzioni»

FacebookTwitter